WhatsApp-Image-2017-12-24-at-220216

 

Let It Snow: Stimare la neve dal satellite

Incontro con la Dott.ssa Lisa Milani, polesana neo-assunta alla Nasa

Il Gruppo Astrofili Polesani è onorato di ospitare presso il Planetario Civico "Claudio Tolomeo " a Roverdicrè, la dott.ssa Lisa Milani, recemente salita agli onori della cronaca in quanto assunta all'ente spaziale statunitense.

La Dott.ssa Lisa Milani, giovane ricercatrice in fisica dell'atmosfera svolgerà una presentazione per spiegarci la disciplina in cui è specializzata, quali sono gli ambiti di ricerca in cui è coinvolta e in che modo è riuscita ad ottenere un incarico semestrale alla Michigan Technological University e ora un  contratto biennale nella sede Nasa del «Goddard Space Flight Center» a Greenbelt, Washington.

Il Gruppo Astrofili Polesani l'ha contattata dopo aver appreso che si trovava in città per le vacanze natalizie e cosi è nata l'idea di farle svolgere una sua presentazione e anche una chiacchierata con i visitatori, nel corso della quale racconterà il suo bellissimo percorso di ricercatrice fino all'ente mondiale della Nasa, posto invidiato da molti.

Il Polesine vanta moltissimi ricercatori distribuiti in varie zone del pianeta e per la zona rodigina questo è un grande vanto e la Dott.ssa Milani arricchisce questa bella vetrina polesana. 

La conferenza si svolgerà giovedi 28 dicembre alle 21.00 al planetario di Rovigo, situato nella frazione di Roverdicrè in via Pozzato 7 (ex scuola elementare).

Un modo decisamente interessante di terminare l'anno in corso.

L'ingresso è libero e gratuito.

Per maggiori informazioni puoi contattarci al  347 984 2207 oppure mandandoci una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vi aspettiamo numerosi

Cieli Sereni

LocandinaSpaziando2017

Spaziando 2017

Ciclo di Incontri sull'Astronomia e sul pianeta Terra

******* Update: all'Astropizza di questa sera, martedì 19 Dicembre ore 19.00 presso la pizzeria Re Artù in via Petrarca 20 a Rovigo (link Google Maps)  il relatore non potrà essere presente. Si terrà comunque la cena tra i soci e gli amici presenti.  *******


Prosegue Martedì 19 Dicembre alle ore 21.00 presso l'Auditorium  del Liceo Scientifico "P. Paleocapa" il nuovo ciclo di incontri sull'Astronomia e sul Pianeta Terra denominato "Spaziando".
Nove incontri in cui ricercatori, professori e divulgatori ci racconteranno le ultime novità della ricerca scientifica il cui trait d'union è l'Astronomia.
 
mariocampion
 
E' ospite del terzo incontro il Dott. Mario Campion, nostro socio di lunga data e principale responsabile nel Gruppo Astrofili dello studio della forza di Gravità e degli effetti che essa provoca qui sul nostro pianeta.
Il dott. Campion, fisico strumentista, ha dedicato numerosi anni della sua carriera professionale allo studio e all'applicazione degli strumenti di misura in laboratorio e ha portato queste sue competenze nel campo della misurazione della forza di Gravità.
L'interazione gravitazionale è una delle 4 forze fondamentali esistenti in natura e come ogni forza, è importante poterla misurarla e quantificare.
L'accelerazione di gravità (o accelerazione gravitazionale) è l'accelerazione che un corpo subisce quando è lasciato libero di muoversi in caduta libera in un campo di gravità.

L'effettiva accelerazione che la Terra produce su un corpo in caduta varia al variare del luogo in cui questa è misurata.

Il valore dell'accelerazione aumenta con la latitudine per due ragioni:

  • la rotazione della Terra, che produce una forza centrifuga che si oppone all'attrazione gravitazionale; questo effetto da solo fa sì che l'accelerazione di gravità sia 9,823 m/s² ai poli e 9,789 m/s² all'equatore (il valore convenzionale di g, pari a 9,80665 m/s² di cui sopra, è una media di questi due valori);
  • lo schiacciamento della Terra ai poli, che allontana ulteriormente dal centro della Terra ogni corpo che si trova alle basse latitudini facendo sì che la forza di gravità che agisce su di esso sia leggermente inferiore, dato che è inversamente proporzionale al quadrato della distanza tra i baricentri del corpo e della Terra.

Le misurazioni dell'accelerazione di gravità (g) vengono effettuate tramite un gravimetro. La forza con cui una determinata massa è attratta verso il centro della Terra è precisamente bilanciata, all'interno del gravimetro, da un sistema elastico o da molle (o ancora da forze elettromagnetiche nei gravimetri più moderni). Una piccolissima variazione di questa (dell'ordine di {\displaystyle 10^{-10}}) dà luogo ad un'oscillazione che si fermerà soltanto quando le forze saranno nuovamente bilanciate.

Ne esistono due tipi:

  • il gravimetro assoluto, posto in un determinato punto, misura la gravità di quel particolare punto;
  • il gravimetro relativo misura la differenza di gravità esistente fra due punti.

Lo strumento studiato e costruito dal dott. Campion è un gravimetro relativo, realizzato con tutti gli accorgimenti che anni di strumentista gli hanno portato. Molta meccanica e una buona dose di elettronica permettono allo strumento di effettuare misurazioni precise fino al 6° decimale, un risultato straordinario per i mezzi impiegati (notevoli agli occhi nostri, poca cosa se confrontati con fondi e strumenti a disposizione dei moderni laboratori di ricerca).

Gli studi compiuti sono stati ripresi in mano da altri ricercatori e pubblicati in un congresso oltreoceano presso la  Natural Philosophy Alliance durante il loro convegno del 2014.

Anche l'Inrim (Istituto Nazionale Ricerca Merceologica) si è interessata al Gravimetro e ne ha chiesto tutti i dettagli al nostro socio.

il Dott. Campion ci illustrerà come ha realizzato il proprio strumento, cosa rileva e quali sono le conseguenze che le micro-variazioni dell'accelerazione di gravità comportano al nostro pianeta.

Per chi fosse interessato alle ore 19.00 presso la pizzeria Re Artù di Rovigo si terrà AstroPizza!, la cena con il relatore. Per chi fosse interessato a partecipare ce lo comunichi.
 
Per ulteriori informazioni potete contattarci al 347 984 2207
all'indirizzo mail spaziando@astrofilipolesani.net
 
Gli incontri hanno carattere divulgativo e si terranno presso l'Auditorium del Liceo Scientifico Statale "P.Paleocapa" di Rovigo, in via A. De Gasperi 19 alle ore 21.00

 

Ampio parcheggio disponibile

Ingresso Libero.

LocandinaSpaziando2017

Spaziando 2017

Ciclo di Incontri sull'Astronomia e sul pianeta Terra


Prosegue Martedì 12 Dicembre alle ore 21.00 presso l'Auditorium  del Liceo Scientifico "P. Paleocapa" il nuovo ciclo di incontri sull'Astronomia e sul Pianeta Terra denominato "Spaziando".
Nove incontri in cui ricercatori, professori e divulgatori ci racconteranno le ultime novità della ricerca scientifica il cui trait d'union è l'Astronomia.
 
3369312
 
E' ospite del terzo incontro il Dott. Natalino Fiorio , presidente del Circolo Astrofili Veronesi.
Il relatore, Astrofili e Astronomo e divulgatore scientifico, da anni anima il Circolo Astrofili Veronesi con impegno e professionalità.
L'argomento che tratterà durante la conferenza sarà "Alla ricerca delle Onde Gravitazionali".
 
Le Onde Gravitazionali sono da molti mesi sulla bocca di tutti. Ipotizzate da Einsten con la formulazione della Teoria della Relatività Generale nel 1915, sono state finalmente rilevate il 14 Settembre del 2015 tramite lo strumento LIGO - Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory.
 
onde-gravitazionali630x360
 
Le onde gravitazionali sono uno strumento  per studiare gli eventi più energetici e violenti della storia dell'Universo. Si definiscono "increspature nel tessuto dello spazio-tempo", che possiamo immaginare come un gigantesco tappeto di gomma deformato dall'interazione di qualunque oggetto dotato di massa. Ne producono i buchi neri, le stelle di neutroni, ma anche, per esempio, il Sole (nella deformazione dello spazio intorno ad esso "scivolano" le orbite dei pianeti). Ne generiamo anche noi quando ci muoviamo, ma sono assolutamente irrilevanti: affinché queste "vibrazioni" siano individuabili, è necessaria l'interazione di oggetti di massa considerevole, come appunto i buchi neri.
 

Il premio Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato a Rainer Weiss, Barry C. Barish e Kip S. Thorne per i “loro contribuiti decisivi legati all’osservatorio LIGO e alla rilevazione delle onde gravitazionali”.

Weiss (l'ideatore di LIGO) e Thorne (il teorico) possono essere considerati i due padri dello strumento, mentre Barish è lo scienziato che ha portato a completamento il progetto.

La prime onde gravitazionali rilevate erano state prodotte da uno degli eventi più drammatici, potenti e violenti dell'Universo: la fusione di due buchi neri alla velocità di circa 150.000 km/s, la metà della velocità della luce, avvenuto 1 miliardo e trecento mila anni fa.  I due buchi neri, di massa equivalente a circa 29 e 36 masse solari, si sono fusi in un unico buco nero ruotante più massiccio di circa 62 masse solari: le 3 masse solari mancanti, nelle ultime frazioni di secondo della fusione si sono trasformate in energia che è diventata l'onda gravitazionale che noi abbiamo ascoltato attraverso LIGO. Come?

Il Relatore ci spiegherà tutti i dettagli della scoperta e di come l'Italia abbia partecipato da vicino alla scoperta con lo strumento Virgo.

 
Per chi fosse interessato alle ore 19.00 presso la pizzeria Re Artù di Rovigo si terrà AstroPizza!, la cena con il relatore. Per chi fosse interessato a partecipare ce lo comunichi.
 
Per ulteriori informazioni potete contattarci al 347 984 2207
all'indirizzo mail spaziando@astrofilipolesani.net
 
Gli incontri hanno carattere divulgativo e si terranno presso l'Auditorium del Liceo Scientifico Statale "P.Paleocapa" di Rovigo, in via A. De Gasperi 19 alle ore 21.00

 

Ampio parcheggio disponibile

Ingresso Libero.

 

Volantino-Planetario-Ottobre---Gennaio-Adulti

Aperture del Planetario 2017/2018

Ciclo di Conferenze per Adulti "Insieme in Planetario"

Giovedì 7 Dicembre ore 21.00

albertoparri

Proseguono, come ogni primo giovedì del mese, le aperture del Planetario Civico "Claudio Tolomeo" dedicate agli adulti.

Come ogni Giovedì il Planetario Civico di Rovigo "Claudio Tolomeo" presenta una piccolo conferenza del ciclo "Insieme al Planetario" dedicata a tematiche di approfondimento di Astronomia e Geologia.

Questo mese il titolo è "Come diventare cacciatori di Meteoriti" a cura del nostro socio Alberto Parri, curatore della sala di Geologia presente al primo piano del Planetario Civico.

E' nota la passione del nostro socio per la geologia e le rocce. Anni fa, durante un'escursione dalle parti della Rocca di San Leo, il nostro socio scorge alcune piccole rocce scure e si domanda come potessero essere presenti una quella zona.

Le porta a casa e in seguito, colpo da sospetto che potessero essere dei meteoriti, le invia al dipartimento di Geologia dell'Università di Padova e, fra tante rocce comuni, ne viene scorta una molto interessante: Una Condrite ad enstatite, meteorite di origine extraterrestre unica del suo genere in Italia.

Un frammento di questo meteorite è esposto permanentemente presso la sala di Geologia del Planetario Civico.

Quali sono i segreti per diventare un cacciatore di meteoriti? E' una passione alla portata di tutti? Come identificare una roccia meteoritica rispetto ad una roccia "tradizionale"?

A queste e a molte altre domande risponderà il nostro socio.

In seguito sarà possibile visitare la sala di Geologia e osservare il cielo notturno in proiezione in cupola, con le sue costellazioni e i suoi miti.

L'ingresso è libero e gratuito e aperto a tutti.

Vi aspettiamo numerosi.

Per ulteriori informazioni: Mail Planetario - 391 476 2163

Non sai dov'è il Planetario?

 

LocandinaSpaziando2017

Spaziando 2017

Ciclo di Incontri sull'Astronomia e sul pianeta Terra


Prosegue Martedì 28 Novembre alle ore 21.00 presso l'Auditorium  del Liceo Scientifico "P. Paleocapa" il nuovo ciclo di incontri sull'Astronomia e sul Pianeta Terra denominato "Spaziando".
Nove incontri in cui ricercatori, professori e divulgatori ci racconteranno le ultime novità della ricerca scientifica il cui trait d'union è l'Astronomia.
 
dallagassa1
 
E' ospite del secondo incontro il Dott. Leopoldo Dalla Gassa , presidente dell'Associazione Veneto Stellato.
Il Dott. Dalla Gassa da anni si occupa di Inquinamento Luminoso nel nostro territorio, promuovendo attività di monitoraggio e offrendo grazie all'associazione di cui è presidente un supporto ad Enti Pubblici e Privati per conoscere e contrastare questi fenomeni.
Il Titolo di questo primo appuntamento è "Inquinamento Luminoso, un inquinamento sottovalutato: la situazione in Veneto".
Siamo sempre stati abituati a parlare di inquinamento. L'inquinamento del traffico, le polveri sottili, l'inquinamento elettromagnetico, l'inquinamento acustico. Eppure c'è un tipo di inquinamento alla portata dei nostri occhi che non sembriamo vedere:l'Inquinamento Luminoso
Dal dopoguerra, illuminiamo sempre più le nostre strade, i nostri giardini, le nostre piazze. E abbiamo perso di vista quello che l'Unesco ha definito "Patrimonio dell'Umanità": il cielo stellato.
Ogni notte, sprechiamo milioni di kWh per illuminare il cielo anzichè la terra come si può evincere da questa immagine
EarthsCityLightsbyDMSP1994-1995large
 
E, oltre all'evidente spreco di energia, ci sono purtroppo conseguenze nefaste per l'osservazione del cielo e lo studio delle stelle. Per questi motivi già da anni gli astronomi si spostano in mezzo agli arcipelaghi nel Pacifico oppure sopra gli altopiani Cileni per studiare le stelle.
Anche a Rovigo, nel nostro piccolo, tanti oggetti non riusciamo a vederli, disturbati come siamo dalle luci provenienti dalla nostra città, da Padova, da Ferrara, addirittura da Venezia e Bologna!.
Ci sono tanti piccoli accorgimenti che potrebbero preservare il nostro cielo (e il nostro portafoglio), senza pregiudicare la sicurezza e la vivibilità a cui siamo abituati.
E il Dott. Leopoldo Dalla Gassa di spiegherà nel dettaglio questi accorgimenti.
 
Per chi fosse interessato alle ore 19.00 presso la pizzeria Re Artù di Rovigo si terrà AstroPizza!, la cena con il relatore. Per chi fosse interessato a partecipare ce lo comunichi.
 
Per ulteriori informazioni potete contattarci al 347 984 2207
all'indirizzo mail spaziando@astrofilipolesani.net
 
Gli incontri hanno carattere divulgativo e si terranno presso l'Auditorium del Liceo Scientifico Statale "P.Paleocapa" di Rovigo, in via A. De Gasperi 19.

 

Ampio parcheggio disponibile

Ingresso Libero.

LocandinaSpaziando2017

Spaziando 2017

Ciclo di Incontri sull'Astronomia e sul pianeta Terra


Ricominciano Martedì 14 Novembre alle ore 21.00 presso l'Auditorium  del Liceo Scientifico "P. Paleocapa" il nuovo ciclo di incontri sull'Astronomia e sul Pianeta Terra denominato "Spaziando".
Nove incontri in cui ricercatori, professori e divulgatori ci racconteranno le ultime novità della ricerca scientifica il cui trait d'union è l'Astronomia.
Inagura la prima conferenza il Dott. Massimiliano Fazzini , geologo e dottore di ricerca presso l'Università di Camerino. Ha insegnato e insegna presso alcune università italiane e all'estero.
Il Dott. Fazzini ha maturato esperienza come climatologo e studia gli effetti del cambiamento climatico in atto. Effetti che si ripercuotono nelle nostre vite ogni giorno, le cui cause sono molteplici e non sempre facilmente identificabili.
Il Titolo di questo primo appuntamento è "Cambiamenti climatici, veri o presunti? Effetti sui sistemi morfologici padani".
Una conferenza che si prospetta molto interessante e che ha l'obiettivo di spiegarci in modo chiaro e semplice cosa sta accadendo al nostro Pianeta e quali sono le cause.


Per ulteriori informazioni potete contattarci al 347 984 2207
all'indirizzo mail spaziando@astrofilipolesani.net
presso il nostro sito web www.astrofilipolesani.net

Gli incontri hanno carattere divulgativo e si terranno presso l'Auditorium del Liceo Scientifico Statale "P.Paleocapa" di Rovigo, in via A. De Gasperi 19.

 

Ampio parcheggio disponibile

Ingresso Libero.

2017FestaAstronomiarete

Grazie all'Organizzazione da parte del Gruppo Astrofili Veronesi, si terrà a Verona in Palazzo della Gran Guardia Sabato 28 e Domenica 29 Ottobre la Festa dell'Astronomia 2017.

Parteciperemo con il nostro materiale divulgativo, i nostri strumenti,  la nostra esperienza e con i risultati delle nostre ricerche.

Sarà presente anche il nostro socio Dr. Roberto Ragazzoni  in Auditorium Domenica 29 Ottobre alle ore 11.30.

Un modo che conoscere la realtà astronomica e astrofila di una parte del Veneto.

Vi aspettiamo numerosi a questo weekend decisamente culturale!